Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2007

Niente da fare per...

... il tour che Terry Bozzio doveva tenere con i Korn.
Mi spiace, Ceco, ma leggi qui:(dal newsgroup alt.fan.frank-zappa.com)SLIPKNOT drummer JOEY JORDISON is set to join KORN for the summer (07)
after announcing he'll replace Terry Bozzio for the group's upcoming
tour.Former Frank Zappa drummer Bozzio quit the group last month (Mar07),
leaving Korn a man down as they planned their Family Values tour in
North America and a series of festival shows in Europe.But frontman Jonathan Davis couldn't be happier with his new bandmate:
"Joey is the s**t! We can't wait to rock onstage with him this
summer." Meanwhile, Jordison adds, "I'm lucky to have had the
opportunity to perform with bands that have influenced me as a
musician over the years. When I first heard Korn they blew me away and
I've been a fan ever since. I'm looking forward to playing drums with
these guys for the next five months." Korn's Family Values 2007 tour
will also feature performance…

Elisa

Avevo notato la pubblicità dell'ultimo numero di "Suono" in una pubblicità sul "Mucchio Selvaggio". Visto che era parecchio tempo che non mi capitava sotto mano, stamane oltre ai soliti quotidiani ho acquistato anche una copia del mensile dedicato al dorato mondo dell'alta fedeltà.
Lo scambio di pubblicità tra mensili, almeno nel mio caso, ha avuto il riscontro sperato.
Tant'è.
"Suono" è cambiato tantissimo, negli anni, ma la primissima impressione è comunque positiva. Non mi voglio però soffermare (ora) nell'analisi del periodico nella sua totalità, visto che questo post vuole solamente segnalare una "curiosità": nell'articolo ad Elisa Toffoli, a firma di Marco Lincetto, la cantante dice che nell'ultimo disco ha voluto fare un omaggio ai grandi artisti del passato che sono stati fonte di ispirazione per lei e la sua musica, ovvero Joni Mitchell con Blue, Neil Young con Harvest e Jeff Buckely con Grace.
Praticamente il &qu…

Le Garzantine Musica

Le ho volute, le ho cercate, le ho trovate, le ho comprate. Già, Le Garzantine, volumi Musica. Poi, una volta aperte, ho scoperto che non vi si parla di Zappa. Zawinul, Zorn, ma non Zappa, il più grande compositore americano del Novecento. Bocciate.

Poliritmi zappiani

Il poliritmo è una sovrapposizione ed un contrasto tra due differenti andamenti ritmici. Zappa è stato nel Novecento quello che forse ha saputo osare di più in tale contesto. Mi sono trovato più volte a dover interloquire con batteristi dalle più disparate provenienze musicali, molto validi fino a quando si dovevano affrontare tempi semplici e composti, ma quando provavo anche solo ad accennare il termine "poliritmo" mi guardavano in cagnesco, sembrava che l'argomento fosse un tabù per la categoria.
Come mai?
Complessità, evidentemente, ma anche poca attitudine e volontà all'ascolto e (soprattutto) allo studio di tali tipologie ritmiche.
Ho quindi deciso di scegliere quaranta brani del Maestro, quelli che a mio avviso sono i più significativi nella metrica e complessi nella loro armonia ritmica, ma non solo, ho inserito i brani che maggiormente, a mio avviso, possono instaurare una sensibilità ritmica minima-fondamentale per il batterista che si vuole buttare a capof…