Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2005
Sabato sera ho assistito ad una rappresentazione teatrale del Teatro Minimo, il musical "L'usignolo e l'imperatore".
Se capita dalle vostre parti, non mancate all'appuntamento.
"Edward R. Murrow is regarded as broadcasting’s most illustrious journalist. He is credited with making broadcast journalism respectable, courageous, and sincere, and with establishing standards to which broadcast professionals still aspire..." Segue qui.

Il recente film di G.Clooney "Good Night, and Good Luck" ha come protagonista proprio Murrow. Voto 8.
La fabbrica di cioccolato
"Non viene in mente un altro regista (in attività) così coerentemente legato al proprio mondo immaginario e di così inarrestabile fantasia. Qualcuno che, oggi, possa stargli alla pari come «raccontatore di favole» (per il passato si possono citare i nomi di Fellini, di Disney, di Michael Powell, ma non molti di più). Tim Burton è l’Hans Christian Andersen dei nostri tempi e ogni suo film è un delizioso viaggio dentro la fantasia. Da cui sa estrarre le invenzioni più luminose ma anche le sensazioni più nascoste e conturbanti..." continua su Corriere.it.

Voto personalissimo: 8.

Defunkt

Il Gigi mi informa del fatto che un “gruppetto” chiamato Defunkt potrebbe piacermi un sacco. Mi fido e mi informo. Scopro che recentemente hanno dato alle stampe per conto Rykodisc questo dischetto: Defunkt + Thermonuclear Sweat  (2 CD). Un assaggio per WinAmp, qui, che mi fa capire quanto il baffuto bassista orobico (sempre lui, il Gigi!) avesse ragione!
Stavo surfando per reperire qualche informazione su John Zorn, sassofonista (e molto altro) newyorkese attivo in svariate formazioni, quando mi capita di arrivare su questa pagina di Amazon.com e ne leggo la relativa recensione... Io non so assolutamente chi sia questo Christopher Calabrese, ma dopo aver letto la sua recensione ho provveduto ad ordinare immediatamente il disco in questione. Matto? Fate voi:

When I first heard John Zorn, I was a bit turned off by his styles. I use the plural, 'styles,' because he has so many different groups (naked city, masada, string trio, hemophiliac, etc.) that it would be an injustice to put Zorn into one specific category. After giving him another listen months later, I fell in love with much of his music, and this 'Electric Masada Birthday CD' is where I began.

This was recorded live at Tonic during the month of September '03 in celebration of Zorn's 50th birthday. The lineup is a who's-who of the downtown music scene …

Screaming2!

Ne avevo già parlato in un precedente post degli Screaming Headless Torsos, ma meritano talmente tanto che è il caso di risegnalare la bravura di questo gruppo americano. Sul loro sito è possibile vedere tramite RealPlayer un breve filmato del loro DVD. Quest’ultimo, su doppio supporto, contiene due concerti distinti, il primo a New York al mitico Knitting Factory nel 1996 ed il secondo a Parigi al New Morning nel 2004 (da vedere assolutamente, veramente spettacolari!)

A suo tempo ero rimasto estremamente affascinato dalla tecnica di Fiuczynsky alla chitarra, così in questi giorni ho cercato di informarmi di più su questo musicista.
Ho così scoperto che oltre agli Screaming ha diversi side-project/collaborazioni. I più importanti sono:

Kif
Black Cherry Acid Lab
JazzPunk
LunarCrush (con J.Medesky!)
Collaborazione con Liam Amber