Post

Visualizzazione dei post da 2005

Clap your hands!!!

Clap your hands say yeah, ovvero la band dal nome fantastico che autoproducendosi l'esordio omonimo ha dimostrato come sia possibile, nell'era della Rete e di Pitchfork, fare rumore senza ricorrere ai media tradizionali. Sul prossimo numero del Mucchio Selvaggio. Cliccando qui, però, potete sentire un paio di loro canzoncine…

Tunng

http://www.tunng.co.uk/

This is… Tunng
mother's daughter and other songs

“One of my favourite singles of last year was ‘Tale From The Black/Pool Beneath The Pond’ by Tunng, which displayed a sense of the surreal beneath its pulsing electronic heart. Now comes their debut album, a stunning collection of infectious and beautiful songs. Mixing acoustic instruments and electronic sounds, the album drifts along like a hazy summers day, each song gently fading into the next, as the songs weave their magic around the listener. Opening song ‘Mother’s Daughter’ sets out the bands manifesto perfectly, distorted electronic voices mixed into the picked acoustic guitars, whilst the lyrics are half- sung, half-chanted giving the song a hypnotic quality…”
Segue su http://www.tunng.co.uk/reviews.html

Basso profilo!

Pensi di avere un basso profilo? Sappi che c’è qualcuno che ce l’ha ancora più basso del tuo…

Titties 'n beer

It was the blackest night There was no moon in sight You know the stars ain't shinin' 'Cause the sky's too tight I heard the scarey wind I seen some ugly trees There was a werewolf honkin' 'Long the side of me
I'm mean 'n I'm bad, y'know I ain't no sissy Got a big-titty girly by the name of Chrissy Talkin' about her 'n my bike 'n me . . . 'N this ride up the Mountain of Mystery, mystery
I noticed even the crickets Were actin' weird up here … segue

Buonismo(?)

E’ arrivato il momento di porre fine al buonismo imperante.
Solo per chi mi conosce bene: da Google.com.

Sentireascoltare

Cavolo, ma questo sito è veramente una figata: sentireascoltare.com

Broken Social Scene

Con le note di “You forgot it in people” in sottofondo, mi leggo due righe di commento sui canadesi Broken Social Scene. Da sentire.

Muti

Interessante osservazioni del Maestro Muti sulla situazione musicale in Italia. Dal sito del Corriere della Sera di oggi, clicca qui.
Immagine
Pojama!

Mi sono appena imbattuto in questo gruppo di discussione online legato al Maestro, http://it.groups.yahoo.com/group/pojamapeople. Ho trovato una miniera di informazioni e di dati, tra cui la curiosa interpretazione di una copertina di un disco...

Immagine
City of God

Ieri sera ho visto su LA7 il film in oggetto, "City of God": spettacolare.
Immagine
Ubu.com: semplicemente il posto ideale dove trovare il materiale che cerchi da mesi sul web e che nessun motore di ricerca ti ha mai segnalato...

"UbuWeb was founded in November of 1996, initially as a repository for visual, concrete and, later, sound poetry. Over the years, UbuWeb has embraced all forms of the avant-garde and beyond. Its parameters continue to expand in all directions."

Link: www.ubu.com

Crozza-Zapatero

Ieri sera alla tivù ho visto la prima puntata di “RockPolitic”. Lasciando perdere ogni commento legato alla validità o meno del programma, segnalo il divertente intervento di Crozza con il suo “Zapatero” caricatura azzeccatissima dei pacchianissimi Gipsy King.
Questo il link audio:clicca!
Immagine
The Grateful Pizza (?)

Ma quanto non mi piace "Live/Dead" dei Grateful Dead??? Lo presi un po' di tempo fa spinto da non so quale recensione online (l'acquisto è tra l'altro indicato in queste pagine, da qualche parte) e subito lo misi nello spazio dedicato agli "inspiegabilmente sopravvalutati".
Oggi, vista la bellissima giornata e l'ottimo umore del sottoscritto, ho deciso di riabilitare questo LP anche perchè da più parti continuo a leggerne come un "must"... "Boh, sarò forse io pieno di pregiudizi?", mi sono detto...

L'ho quindi riascoltato: non l'avessi mai fatto!

Insomma, non ce la faccio, 'na pizza allucinante. Sintetizzando, idee zero. Capisco perfettamente quello che può avere rappresentato per chi nel 1969 l'ha ascoltato per la prima volta, ma nel solco di quel disco i quarantasei anni si sentono eccome, a differenza di tantissimi altri dischi del periodo, ed è qui che diventa feroce la mia critica. Senza v…

Speciale Frank Zappa!

Speciale Frank Zappa: una retrospettiva a 10 anni dalla morte

Avevo già parlato di questa retrospettiva online sul Maestro, ma in parecchi (a dir la verità in tre, ma per me sono appunto parecchi) mi hanno scritto chiedendomi del link.
Lo ripubblico volentieri: http://www.allaboutjazz.com/italy/articles/zappa.htm
Immagine
Sabato sera ho assistito ad una rappresentazione teatrale del Teatro Minimo, il musical "L'usignolo e l'imperatore".
Se capita dalle vostre parti, non mancate all'appuntamento.
Immagine
"Edward R. Murrow is regarded as broadcasting’s most illustrious journalist. He is credited with making broadcast journalism respectable, courageous, and sincere, and with establishing standards to which broadcast professionals still aspire..." Segue qui.

Il recente film di G.Clooney "Good Night, and Good Luck" ha come protagonista proprio Murrow. Voto 8.
Immagine
La fabbrica di cioccolato
"Non viene in mente un altro regista (in attività) così coerentemente legato al proprio mondo immaginario e di così inarrestabile fantasia. Qualcuno che, oggi, possa stargli alla pari come «raccontatore di favole» (per il passato si possono citare i nomi di Fellini, di Disney, di Michael Powell, ma non molti di più). Tim Burton è l’Hans Christian Andersen dei nostri tempi e ogni suo film è un delizioso viaggio dentro la fantasia. Da cui sa estrarre le invenzioni più luminose ma anche le sensazioni più nascoste e conturbanti..." continua su Corriere.it.

Voto personalissimo: 8.

Defunkt

Il Gigi mi informa del fatto che un “gruppetto” chiamato Defunkt potrebbe piacermi un sacco. Mi fido e mi informo. Scopro che recentemente hanno dato alle stampe per conto Rykodisc questo dischetto: Defunkt + Thermonuclear Sweat  (2 CD). Un assaggio per WinAmp, qui, che mi fa capire quanto il baffuto bassista orobico (sempre lui, il Gigi!) avesse ragione!
Immagine
Stavo surfando per reperire qualche informazione su John Zorn, sassofonista (e molto altro) newyorkese attivo in svariate formazioni, quando mi capita di arrivare su questa pagina di Amazon.com e ne leggo la relativa recensione... Io non so assolutamente chi sia questo Christopher Calabrese, ma dopo aver letto la sua recensione ho provveduto ad ordinare immediatamente il disco in questione. Matto? Fate voi:

When I first heard John Zorn, I was a bit turned off by his styles. I use the plural, 'styles,' because he has so many different groups (naked city, masada, string trio, hemophiliac, etc.) that it would be an injustice to put Zorn into one specific category. After giving him another listen months later, I fell in love with much of his music, and this 'Electric Masada Birthday CD' is where I began.

This was recorded live at Tonic during the month of September '03 in celebration of Zorn's 50th birthday. The lineup is a who's-who of the downtown music scene …

Da "debaser.it"... Hot Rats!

Una delle più belle recensioni che abbia mai letto sul Maestro, qui. Si parla di “Hot Rats”…

John Scofield

Sto ascoltando "I Can See Your House From Here", disco di Scofield alla chitarra, Bill Stewart alla batteria, Pat Metheny ancora alla chitarra e Steve Swallow al basso. Mi piace molto, il gusto e lo studio ritmico di Scofield sono qualcosa di eccezionale.

La Giovanna?

Sarà, ma per me la Giovanna è la più bella e brava attrice in attività nel Bel Paese… Mah…

Screaming2!

Ne avevo già parlato in un precedente post degli Screaming Headless Torsos, ma meritano talmente tanto che è il caso di risegnalare la bravura di questo gruppo americano. Sul loro sito è possibile vedere tramite RealPlayer un breve filmato del loro DVD. Quest’ultimo, su doppio supporto, contiene due concerti distinti, il primo a New York al mitico Knitting Factory nel 1996 ed il secondo a Parigi al New Morning nel 2004 (da vedere assolutamente, veramente spettacolari!)

A suo tempo ero rimasto estremamente affascinato dalla tecnica di Fiuczynsky alla chitarra, così in questi giorni ho cercato di informarmi di più su questo musicista.
Ho così scoperto che oltre agli Screaming ha diversi side-project/collaborazioni. I più importanti sono:

Kif
Black Cherry Acid Lab
JazzPunk
LunarCrush (con J.Medesky!)
Collaborazione con Liam Amber

Azureus

Ottimo client bittorent, http://azureus.sourceforge.net/. Non sai cos’è? Leggi una guida sull’argomento, qui.

MMW a Bollate (2)

Immagine
Altra foto dello show dei MMW a Bollate...

MMW a Bollate

Immagine
Concerto di Medeski Martin & Wood, Bollate (MI), 19/07/2005





Primo materiale del concerto di MMW...
Un video!

Il file ha una dimensione di circa 15 Mb, ma merita il tempo di attesa... Trattasi di un minuto abbondante dell'ultimo brano, il secondo bis, una jam session.
Immagine
Finalmente, dopo lunga attesa, il 19 luglio e' arrivato...
Stasera si va tutti insieme allegramente a sentire Medesky, Martin & Wood alla Villa Arconati!!!

John Cage

Link alla biografia del
grande compositore americano John Cage.
Ho rimediato, Miqui? :)    

http://emfinstitute.emf.org/exhibits/images/cage(47)228.jpg
Immagine
Acquisti "jazzy" di Luglio '05...







Immagine
Ieri sera a Cremona, nel cortile di Palazzo Trecchi, esibizione di Maurizio Giammarco & Megatones più lo special guest David "Fuze" Fiuczynski alla chitarra. Spettacolari. Sul sito di Fuze, http://www.torsos.com/, tutti i particolari su questo eclettico musicista che collabora, tra l'altro, con Medesky...
Immagine
Quando arriverò a 500 cd, mi decidero' finalmente a ricomprarmelo...

Immagine
Vai con il tapping!!!



Immagine
Oasis, l'ultima fatica. Voto 7.
Ultimo video dei N.I.N..
Immagine
Non al denaro non all'amore ne' al cielo, disco capolavoro di Fabrizio de Andre' del 1977, viene riproposto da Morgan. Io che ho amato in maniera viscerale l'originale non potro' assolutamente esimermi dall'acquistare il lavoro del milanese, anche se il rischio blasfemita' e' oggettivamente altissimo, ma visto e considerato che ritengo Morgan come uno dei più geniali musicisti italiani degli ultimi dieci anni...

Un assaggio audio qui.


Immagine
Intervista a Giuseppe Carlotti. Devo dire che questo tipo e' veramente forte.
Wowie Zowie!


http://www.discogs.com/
is a user-built database of music information. Imagine a site with discographies of all labels, all artists, all cross-referenced. It's getting closer every day.
Un mesetto fa mi sono chiuso per quattro ore in sala di registrazione con due fidi compagni, Brasca alla chitarra e Fausto alla batteria. I Gengis Khan's Cook, in pratica. Ci siamo detti, "perchè non registrare qualcosa in presa diretta, improvvisazione (???) totale?". Gia', perche' no? Ne e' uscita una roba da "ciuc", come direbbero dalle mie parti... Un assaggio qui: "When I was 4 I used to pick up butts and smoke them".

I "modi"

Una lezioncina sull'argomento che piu' mi tormenta in questo periodo: la
musica modale.http://www.jazzitalia.net/lezioni/fabiodicocco/fdc_lezione1.asp
Immagine
Tempo addietro scrissi di questa ragazza veneta, Lubjan, ma oggi ho un motivo in più per scrivere di lei: ho scoperto i suoi quattro pezzi online, sul suo sito, www.lubjan.com. Da ascoltare. Un incrocio tra l'oscurita relativa della Mitchell e la solarità dei Good Fellas...



Link diretto ai pezzi:
I lose my way
September 94
What is past can hurt no more
Almost happy (K's choice)
Saturday, May 28, 2005

TEATRO SALA TRIPCOVICH
Trieste, Italy.

MEDESKY MARTIN & WOOD

Info: +39-040-6722314 and www.teatroverdi-trieste.com
Doors: 8:00 PM
MMW Showtime: 9:00 PM
Available: 4/16 venue boxoffice@teatroverdi-trieste.com
Immagine
Acquisti di aprile 2005, by TheAlbumClub.com:



Immagine
Il groove all'ennesima potenza...
Immagine
Finalmente, anche io ho il giocattolino colorato...

Immagine
"Million Dollar Baby": voto 8,5.
Il film di Eastwood è uno dei momenti cinematografici emotivamente più devastanti degli ultimi anni. Bellissimo.

Ancora loro, MMW.
Immagine
Acquisti di marzo 2005, by TheAlbumClub.com




Immagine
They're going to get an incredible (as usual) live-set in Italy!!!

Are we ready for that?
Immagine
Come scrissi nel precedente post, dovevo assolutamente vedere Sideways di Payne. Concordo nel giudizio letto da più parti, "...la miglior commedia umana di quest'anno". Voto 7.5.

Immagine
La mia iscrizione al servizio "albumclub.com" e' andata a buon fine ed il primo doppio cd e' arrivato...



45 brani dal lontano 2003.
Hai presente il film "Alta Fedeltà", quello che (parla del sottoscritto, praticamente) tratta delle gioie e dei dolori di un giovanotto proprietario di un negozio di dischi? Ebbene, Nick Hornby si è ispirato al negozio Rough Trade di Londra, nello scrivere il libro da cui è stato tratto il film. "If Rough Trade hadn’t opened in 1976, Nick Hornby would have probably invented it" è la frase che si sente più spesso a tale proposito...
Nel tempo, tale negozietto è diventato una casa discografica a rilevanza planetaria. Gli "White Stripes" sono solo tra i più famosi editi dalla compagine.
Scopro oggi che questi allegri e simpaticissimi personaggi ne hanno pensata un'altra. Il concetto è molto semplice: l'appassionato di musica che oggi non va più al negozietto ultraspecializzato sotto casa per scoprire la "next-thing", vuoi perchè non ha tempo o semplicemente perchè tali luoghi stanno sparendo soffocati dalla globalizzazione dei consumi, come d…
Immagine
L'albero dei Cretini






... anche se manca il Biffi...
Immagine
Attenti a questi due...


Immagine
Voglio vederlo subito!




Sideways, di Alexander Payne, con Paul Giamatti e Thomas Haden Church, Virginia Madsen e Sandra Oh.
La recensione di questo libro che ho trovato qui mi attira tantissimo. Sicuro prossimo mio acquisto, non (ovviamente) perchè ne condivida l'intento, ma perchè sembra un'interessante punto di vista...

Klito
di Giuseppe Carlotti
Editore: Fazi
pag. 224


Giovani, modaioli, cattivi e misogeni. Ritratto di trentenni. Senza pietà
Cari maschi, complimenti, stavolta ce l'avete fatta. Per anni un po' di pudore l'avete avuto, vi vergognavate a dire in pubblico quello che tutti, prima o poi, avete pensato. Che le donne sono esseri inferiori. Oggetti sessuali, da usare e odiare. Stronze che vogliono tutto. Poi molte remore sono cadute. Oggi maschilismo e misoginia sono stati sdoganati. Esce un romanzo che si intitola Klito (in omaggio all'"unico e solo organo femminile degno di menzione") e parla della donna oggetto. Nel senso che la donna è proprio un oggetto, una merce da consumare come tutte le altre merci, ma amandola molto meno dei surgelati o delle cravatte firmat…
Immagine
The Dears… a brief history: If you want all the facts, then yes, the story of The Dears did begin in Montreal in the late 90s, spurred on by cigarettes, pints and too many nights of overanalyzing Smiths records. But that was so very long ago. Friends come and go and formative influences are outgrown.
If you want the real story, then we must start in April 2000, when the one original Dear, Murray Lightburn, hit the stage at Lee’s Palace in Toronto flanked by a band of new recruits and welcomed us into his world - a place that, like his native Montreal, is built on romance and timeless beauty but scarred with reminders of a golden age that is long gone. The band had just released its debut album, END OF A HOLLYWOOD BEDTIME STORY, and while few were on hand that night to heed the message, it still reverberates to this day: it’s time to get real, to cut to the heart of things by fearlessly addressing matters of the heart...

(segue qui)